Home News La cucina Kosher del centro Italia

La cucina Kosher del centro Italia

6185
0
SHARE

La cucina Kosher: tra Umbria e Lazio

La cucina Kosher in Umbria

Mangiare ebraico in Umbria può voler dire trovarsi davanti a piatti mediterranei, e altri mitteleuropei.
Le tradizioni hanno diverse origini e, dunque, non hanno nulla in comune a livello di sapori, ma condividono tutte, e da migliaia di anni, le stesse regole, quelle della Kasherut.

Kasher può essere letteralmente tradotto come “permesso”, e segnala, mette in evidenza gli alimenti che possono essere consumati dagli ebrei osservanti con annesse regole da seguire per cucinarli nella maniera più opportuna. Cominciamo con il dire che i cibi che non rientrano nelle regole kasher sono, ad esempio, la carne di maiale, i pesci senza squame, i crostacei.
Soprattutto è importante che non si trovano insieme nello stesso piatto la carne con il latte, né devono essere cucinati insieme, e né devono essere mangiati contemporaneamente, quindi, da un pasto all’altro deve passare il giusto tempo che serve per la digestione.

Oltretutto nelle regole della Kasherut oltre alla scelta degli alimenti, è riportato anche il metodo di macellazione degli animali, e il mantenimento e la precisa separazione che ci deve essere fra la carne e il latte.
Queste regole normalmente sono seguite dagli ebrei ortodossi, ma i prodotti certificati kasher rappresentato un vero affare che non riguarda solo gli ebrei. Questo perché i prodotti certificati kasher sono considerati più attendibili, testati e di maggiore qualità. I cibi kasher sono preferiti anche dai vegani, perché così non rischiano di trovare tracce di ingredienti animali, ad esempio, nei prodotti da forno, nei dolci, e nei piatti pronti.

Per di più per rilasciare la certificazione sia per il cibo che per il ristorante kosher, devono essere prima effettuati dei frequenti controlli da parte di rabbini specializzati, che hanno il compito di accertarsi che vengano rispettate le regole igieniche; che per ogni ingrediente sia riportata la provenienza; e che vengano utilizzate solo materie prime a loro volta certificate.
Di certificazioni ce ne sono diverse, e sono esclusivamente fatte da associazioni religiose con codici di condotta approssimativamente limitative, e sono locali, nazionali, e internazionali.

La cucina Kosher nel Lazio

I migliori ristoranti Kosher a Roma

A Roma la cucina ebraica è correlata con la tradizione romanesca, ancora viva nel ghetto.
Gran parte dei ristoranti si trovano proprio lì, in particolare in via Portico d’Ottavia.

La Taverna del Ghetto Carne

E’ situato nel cuore del Ghetto Ebraico di Roma, esattamente in via Portico d’Ottavia, 8 a due passi dalla sinagoga.
Come viene riportato anche nel loro sito, in questo ristorante si può trovare la cucina giudaico-romanesca unica e inimitabile a Roma.
E’ un ristorante accogliente e molto piacevole, dove è presente un personale molto gentile e preparato.
Nella “La Taverna del Ghetto Carne”, vengono servite gustose pietanze, tipiche della cucina kosher, la qualità è di ottimo livello, e i piatti sono ben presentati, e buono è il rapporto qualità/prezzo.

Bellacarne

Il ristorante “Bellacarne” si trova nel quartiere del Ghetto Ebraico, in via del Portico d’Ottavia, 51 a Roma. Viene servita una cucina kosher grill ed ebraica.
In questo ristorante vengono seguite in maniera scrupolosa le regole della Kasherut scritte nella Torah. Il proprietario del ristorante possiede anche il Kosher Delight, che è uno dei punti di riferimento degli ebrei romani per la spesa.
Nel ristorante kosher “Bellacarne”, principalmente ci sono piatti a base di carne di prima scelta, di qualità. Oltretutto qui si può anche trovare del pane fresco che viene sfornato tutti i giorni direttamente dal loro forno, oppure si può mangiare della buona pasta fatta in casa, e ugualmente si possono gustare dolci preparati dal loro pasticcere. Il personale è cortese e tempestivo. Il prezzo è più che buono per la qualità del cibo.

La Reginella

Il ristorante kosher La Reginella si trova a Roma, in via del Portico d’Ottavia, 65, nel quartiere del Ghetto Ebraico.
Si tratta di un ristorante dove vengono messi in tavola piatti kosher. Qui si possono ritrovare le antiche tradizioni culinarie giudaico-romanesca, ma rivisitate in una chiave moderna e gourmet. Offrono un menù ricco di prelibatezze, cucina ottima e abbondante, i piatti sono ben curati, e sono serviti da un personale veloce e molto cordiale.
I piatti tipici sono carciofo alla giudia, abbacchio allo scottadito, e i piatti a base di pesce. Vengono seguite le regole della Kasherut e, quindi, ad esempio, si può trovare dell’orata, del rombo, e altre cose.

https://www.lareginella.it/