Share |
Cronaca

Ogni giorno doveva firmare in questura, poi spacciava

Tunisino arrestato dalla polizia, recuperati 3 grammi di droga


Aveva l’obbligo di firma ma un tunisino di 24 anni è stato sorpreso a spacciare eroina dalla squadra mobile di Perugia e arrestato. Recuperati circa tre grammi di droga.   Lo straniero è stato bloccato dalla sezione criminalità diffusa nei pressi del parcheggio di via Pellini dopo che gli agenti avevano notato una Fiat 500 di azzurra con alla guida una ragazza che dopo avere atteso qualche minuto è stata raggiunta da un magrebino. I due sono quindi partiti con l’auto verso Elce, ma durante il tragitto la polizia li ha fermati mentre si trovavano in coda a un semaforo rosso. Il tunisino è risultato già inquisito per spaccio e sottoposto per questo all’obbligo di firma. Ha cercato divincolarsi al personale della squadra mobile per disfarsi di un involucro contenente eroina - ha riferito la Questura - e di una banconota da 50 euro ricevuta dalla giovane che si trovava alla guida. Una volta negli uffici della polizia quest’ultima ha detto agli investigatori di avere appena acquistato la droga dal magrebino pagando 85 euro, denaro rinvenuto in possesso del tunisino. Ha anche rivelato di avere ricevuto da lui altri due involucri poi risposti nel portaoggetti dell’auto e subito recuperati dagli agenti. Sono risultati di identica confezione - ha riferito ancora la Questura - (cellophane blu) di quello rinvenuto in precedenza.