Share |
Politica

Gioielli all'asta, tutti i beni in vendita

Via al maxi piano da 50 milioni della Provincia di Perugia. Tra resistenze e proteste


Villa Redenta a Spoleto

La Provincia di Perugia deve fare cassa. Nonostante il bilancio e i conti siano in ordine, infatti, i vincoli del Patto di stabilità impongono un'ulteriore stretta alla cinghia. Lo ha detto l'assessore al Bilancio, Ornella Bellini, in sede di presentazione del documento contabile, lo ha ribadito l'assessore al Patrimonio, Piero Mignini, cui è spettato il compito di elaborare un elenco con gli immobili da alienare per rimpinguare le casse. Un elenco, o per meglio dire una bozza, che ha già creato malumori. Sia all'interno della Provincia che nei Comuni interessati. Il motivo? Piazza Italia intende mettere in vendita alcuni "gioielli" di famiglia per raccimolare qualcosa come 50 milioni di euro. Non solo. È stato rilasciato nei giorni scorsi un piano di razionalizzazioni (vedi articolo in basso) in cui si prevedono tagli in diverse aree.
Ma torniamo al piano di alienazioni - che dovrà essere discusso e non sarà "chiuso" prima di fine giugno -, dopo le prime indiscrezioni ecco l'elenco completo dei beni in vendita. Nel 2012 è prevista la vendita di un'ex casa cantoniera a Bevagna (130mila euro), un fabbricato in via dei Monasteri a Foligno (70mila euro), un ristorante al Parco del Coppo a Gubbio (250mila euro), un grande immobile in via della Tornetta (4 milioni e 758mila euro) e Villa Fidelia e il suo parco a Spello (12 milioni di euro). Nel 2013 viene prevista la dismissione del Centro congressi del Capitini a Perugia (5,5 milioni di euro) e Villa Redenta con tanto di foresteria e parco a Spoleto (14 milioni). Nel 2014 l'elenco è ancora più ricco: a Fossato di Vico verrà venduto un Centro didattico (671mila euro) e un Centro turistico (962mila euro), a Gubbio, in località Buca d'Asciano, si venderà l'Aula verde (350mila euro), mentre a Padule, sempre Gubbio, verrà messa in vendita l'ex sede del comprensorio stradale (950mila euro). A Perugia verranno venduti: l'ex Questura ora Procura (5 milioni di euro), la Casa delle culture (410mila euro), le ex officine (880mila euro), il fabbricato ex Guercini (350mila euro) e un altro fabbricato (200mila euro), tutti all'interno del Parco Santa Margherita. In via Santini, sempre a Perugia, sarà messo in vendita un immobile da 1,4 milioni di euro. Altro gioiello in vendita, Villa Umbra: prezzo 6 milioni di euro. Infine a Todi sarà messo in vendita il Pozzo Beccaro ristorante e parco (300mila euro).